altavillaMIlicia.com
Dove Dormire
Dove Mangiare
Come Muoversi
Servizi
Sezioni
Cerca news
Ultime Gallery
  • Confraternita Maria SS Lauretana
    Confraternita Maria SS Lauretana
  • Presepe vivente 2018
    Presepe vivente 2018
  • Festa Madonna della Milicia 2018: Salita del Carro Trionfale trainato da buoi provenienti dalla Basilicata (06/09/2018)
    Festa Madonna della Milicia 2018
  • Festa Patronale 2018: Benedizione del legname, 29-08-2018
    Festa Patronale 2018: Benedizione del legname, 29-08-2018
Altre Gallery
  • Festa Madonna Milicia 2010: Primo giorno
    Festa Madonna Milicia 2010: Primo giorno
  • Palermo Dixieland Jazz Band
    Dixieland Jazz Band di Palermo
  • Nebbia ad Altavilla Milicia 16-04-2013
    Nebbia ad Altavilla Milicia 16-04-2013
  • 3° Giornata della legalità 2011 Convegno
    3° Giornata della legalità 2011 Convegno
10 Ott 2007

Trentanove nuovi ingressi al consorzio Palermo 4

Attualità

Il debito record supera i 400 milioni ma le assunzioni non si fermano
m.l.

La difesa Loddo: la struttura che dirigo ha chiuso il bilancio senza esposizioni e di quei lavoratori abbiamo assoluto bisogno

La denuncia Apprendi: tutti selezionati senza pubblico concorso, tra i nomi figurano amici e parenti di politici e sindacalisti  Con quei 439 milioni di debito che, fino a quando non verr rivoluzionato il sistema, aumenter inesorabilmente, gli Ambiti territoriali ottimali (Ato) per lo smaltimento dei rifiuti rischiano di creare una voragine uguale a quella della sanit'. Ad azzardare questo paragone non un deputato dell'opposizione ma il capogruppo dell'Mpa all'Assemblea regionale, Roberto Di Mauro.
Allarmanti i casi degli Ato di Enna, Catania e Agrigento dove i debiti accumulati hanno gi raggiunto decine di milioni di euro. Ma tutti i piccoli ambiti hanno scoperture importanti. Eppure, nonostante l'ormai unanime giudizio sul fallimento del nuovo sistema di gestione dei rifiuti, gli Ato continuano a spendere soprattutto per assumere personale. E pazienza se domani, magari, non esisteranno pi, se saranno inglobati in maxi strutture o cancellati.
Rimasto evidentemente indifferente all'appello lanciato a giugno dall'Agenzia regionale dei rifiuti che con una circolare chiedeva agli ambiti territoriali di stoppare le nuove assunzioni e utilizzare prioritariamente il personale comandato dai Comuni', il Coinres cio il consorzio che si occupa dell'Ato Palermo 4 ha appena chiamato al lavoro 39 nuovi dipendenti. Le assunzioni risalgono a pochi giorni fa e sono state fatte attraverso la selezione dalla societ privata Temporary.
Il presidente del Coinres l'assessore provinciale all'Ambiente Raffaele Loddo che giura sulla necessit di effettuare quelle assunzioni: Ne avevamo davvero bisogno. stato pubblicato un bando e abbiamo concordato i criteri con i sindacati'. Cos, sono stati assunti due impiegati di secondo livello, 27 operatori e 10 coordinatori. Il tutto, comunque, senza passare da un pubblico concorso ma grazie al lavoro di selezione effettuato dalla Temporary.
Un sistema inaccettabile che purtroppo conosciamo da tempo e che ha gi riguardato per esempio le ex municipalizzate di Palermo - afferma il deputato regionale diessino Giuseppe Apprendi che sul caso ha presentato un'interrogazione parlamentare - Non abbiamo ancora avuto l'opportunit di leggere i nomi degli assunti ma tra loro sappiamo che figurano amici e parenti di politici del centrodestra e di sindacalisti'.
Loddo replica che nulla sa e nulla ha voluto sapere sui nomi degli assunti, 'm'interessava solo che avessero le qualifiche giuste' perch l'Ato che presiedo ha chiuso il bilancio senza debiti'. Di certo al Coinres lavorano da mesi dirigenti di comprovata esperienza politica: il direttore amministrativo si chiama Roberto Li Causi ha 32 anni ed assessore all'Urbanistica al Comune di Casteldaccia. Il direttore generale, Riccardo Incagnone, era sindaco di Bolognetta fino a met del maggio scorso. Nel giro di qualche giorno ha cambiato vita: si dimesso da primo cittadino ed stato assunto al Coinres. Lo ha voluto nella stanza dei bottoni il consiglio di amministrazione che dice di avere premiato il suo curriculum.
Di queste assunzioni e soprattutto dei nomi di chi stato assunto da settimane si parla nei consigli comunali dei 22 paesi serviti dal Coinres ovvero Alia, Altavilla Milicia, Bagheria, Baucina, Bolognetta, Campofelice di Fitalia, Casteldaccia, Castronovo di Sicilia, Cefal Diana, Ciminna, Ficarazzi, Godrano, Lercara Friddi, Marineo, Mezzojuso, Misilmeri, Roccapalumba, Santa Flavia, Ventimiglia di Sicilia, Vicari, Villabate, Villafrati.
'Non facile ottenere i documenti sul consorzio - attacca Giuseppe Guttilla, consigliere comunale diessino di Casteldaccia - non esiste trasparenza'. Ma Loddo rassicura che tutto procede a norma di legge e che il servizio funziona rispondendo appieno alle necessit di 200 mila utenti (400 mila d'estate). Eppure negli ultimi mesi si sono succeduti scioperi degli operatori ecologici con cassonetti traboccanti d'immondizia che in pi d'una occasione sono stati dati alle fiamme.
'Ho appreso che il Coinres spende circa 3 milioni all'anno per il noleggio dei mezzi: uno spreco inaccettabile - dice il deputato diessino Apprendi - Queste assunzioni sono legate alla campagna elettorale per le provinciali di primavera. La politica in Sicilia il centrodestra continua a farla cos'.

La Repubblica Palermo 09/10/2007

Data: 10/10/2007
Pagina: https:/www.altavillamilicia.com/newsDet.asp?idNews=195&t=trentanove-nuovi-ingressi-al-consorzio-palermo-4
  • invia
  • facebook